13 dicembre 2019
  • 22:21 Come scegliere una centrifuga per verdura?
  • 13:23 Le macchine per il pane e la celiachia!
  • 20:14 Pantaloncini da bagno da donna
  • 13:02 Il fai da te tecnologico: le livelle laser
  • 13:38 Manutenzione di uno spazzolino elettrico

Le centrifughe per sola verdura sono un prodotto utilissimo, ma anche molto complicato da scegliere rispetto a una normale centrifuga per la frutta. Questo perché le verdure hanno molte più fibre rispetto alla sola frutta, e quindi la selezione di questo articolo va ponderata per bene. Di seguito vedremo in base a cosa operare una scelta, mentre su questo sito web dedicato si possono trovare ulteriori informazioni e i prodotti migliori.

Cerchiamo di capire innanzitutto con che tipo di verdura ci piacerebbe usare la centrifuga.  In base a questo dovremo scegliere un prodotto con la giusta velocità di rotazione, in quanto questo determinerà l’idoneità o meno dello stesso a centrifugare le verdure. Badiamo bene anche alla potenza del motore, in quanto da questo possiamo capire quanti tipi di verdura potremo centrifugare. In commercio ci sono modelli dotati di una potenza motore che oscilla tra i 200 e 1000 Watt. Teniamo a mente che un più alto wattaggio ci consente di lavorare una più vasta quantità di verdure.

Anche la grandezza del tubo dove andremo a inserire i pezzi di cibo da tritare svolge un ruolo fondamentale. Deve essere abbastanza largo, altrimenti non potremmo centrifugare le verdure che sono abbastanza dure – così come un motore poco potente potrebbe lasciare dei grossi pezzi di cibo non lavorati.

I materiali di costruzione devono essere di buona qualità se vogliamo che il prodotto duri nel tempo. Di solito questo tipo di centrifughe sono realizzate in vetro, acciaio, metallo o plastica dura. Solitamente la vaschetta raccoglitore è in plastica o vetro. Questi due materiali hanno caratteristiche simili, se non per il peso – la plastica è più leggera. Cambia anche la tendenza a opacizzare, e dobbiamo pensare a quanto useremo effettivamente la centrifuga per scegliere tra uno o l’altro materiale (con un uso frequente è meglio la plastica, ci sono meno probabilità di romperla). In generale meglio scegliere una centrifuga per verdure fatta di un materiale resistente, e che possa incassare bene urti e sballottamenti.

Per ultimo pensiamo alla praticità d’uso. Un apparecchio troppo complicato da usare, o che non sia confortevole al cento per cento, è da escludersi.

admin

RELATED ARTICLES