18 novembre 2018
  • 11:56 Spazzolino: elettrico o manuale?
  • 11:25 Macchina del pane, è realmente utile?

La sempre più marcata introduzione dello spazzolino elettrico nel nostro Paese, ha naturalmente spinto molte persone a chiedersi se sia il caso di adottarne uno o se invece sia inutile assumersi un surplus di spesa per un dispositivo che anche senza il motore interno può svolgere tranquillamente il compito di pulire i denti.
Una domanda cui si può rispondere in maniera molto articolata, come fanno del resto molti addetti ai lavori e dentisti, secondo i quali si potrebbe addirittura pensare di combinare i due strumenti, alternandoli.
Il vero problema segnalato dagli specialisti è però un altro: elettrico o tradizionale, l’importante è che lo spazzolino sia usato al meglio, per esprimere tutte le sue indubbie potenzialità.
Per chi sia intenzionato comunque a capire meglio le differenze tra i due congegni, ricordiamo che sul web sono presenti molti siti in grado di soddisfare ogni curiosità in tal senso e fornire preziose informazioni e consigli, tali da agevolare la migliore scelta possibile.

Attenzione alle controindicazioni

Come abbiamo già ricordato, sono molti coloro che si interrogano sulla reale utilità dello spazzolino elettrico. Che è però indubbia, se si pensa che anche il Ministero della Salute ne consiglia l’uso, nelle sue linee guida e che molti rapporti scientifici ne hanno ripetutamente ricordato la maggiore efficienza in termini di pulizia dentale rispetto all’omologo tradizionale.
Occorre però sottolineare che molto spesso dalla discussione viene espulso un punto molto importante, quello relativo alle possibili controindicazioni dello spazzolino elettrico. Che ci sono e vanno considerate, a partire dalla possibilità di un uso eccessivo e dall’eccessiva forza che si potrebbe usare, tale da andare infine a danneggiare denti e gengive. O addirittura nel suo contrario, ossia un utilizzo insufficiente, sbagliato, derivante dalla convinzione che tanto lo spazzolino provvisto di motore interno farà tutto da solo. Non è così e a scavare realmente il solco tra uno spazzolino elettrico e uno convenzionale è proprio la manualità, ovvero la capacità di mettere in campo le operazioni che possono infine condurre ad un risultato apprezzabile.
Soltanto se si riesce a usare nel modo più accorto il modello tecnologico si potrà in effetti godere dei reali vantaggi offerti da una serie di funzioni che sono tipiche degli spazzolini di ultima generazione. Un assunto che troppo spesso viene dimenticato dagli utenti, tale infine da andare a vanificare il consistente esborso comportato dall’adozione di uno spazzolino elettrico. Perché spendere oltre 200 euro, per poi avere in definitiva gli stessi risultati garantiti da un dispositivo tradizionale?

admin

RELATED ARTICLES